Val Grande - Bibione Pineda

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Val Grande

 

LA VAL GRANDE
e'  un'antica bassura formatasi durante la costruzione del delta del Tagliamento. Si tratta di una vasta area che presenta quote inferiori in corrispondenza del lago di valle (la parte centrale della valle), che si innalzano leggermente a sud (area boschiva) ma che rimangono limitate a nord (lungo il canale Lugugnana) dove nel Novecento si e' resa necessaria una bonifica di scolo. La sua storia è particolarmente interessante perche', pur trovandosi nelle vicinanze della laguna di Caorle, non ne ha condivisa la storia. Infatti la valle da pesca e' stata creata alla fine del 1600 inondando la bassura, come viene dimostrato dai numerosi documenti che la ritraggono prima e dopo l'intervento. Difatti, nel Seicento, in corrispondenza di un decreto del Senato che stabiliva la distruzione delle valli da pesca presenti in Laguna di Venezia – in quanto ostruivano lo scorrimento delle acque e la impaludavano – si rese necessario trovare altre aree venete per continuare l'itticoltura. Fu allora che il patrizio veneziano Antonio da Molin si decise ad inondare l'area bibionese per renderla adatta alla pesca. Va ribadito che tale genesi incide fortemente ancor oggi sull'equilibrio ambientale dell'area che non dipende tanto dal mantenimento di una dinamica naturale, quanto, piuttosto, dal geosistema che l’azione dell’uomo ha prodotto nel tempo. Infatti, l’organizzazione della valle, sostituendo progressivamente alle dinamiche naturali le dinamiche “proprie”, tese al mantenimento del geosistema creato in una determinata fase, permette la vita di numerosi piante e animali tipici degli ecosistemi umidi. Infatti, i vari proprietari che si sono succeduti, hanno agito attraverso tecniche e interventi tradizionali che hanno mantenuto la fisionomia della valle pressoché intatta, tanto da costituire oggi un patrimonio di risorse culturali e naturali tra le più interessanti d’Europa. È infatti raro incontrare un sistema così integrato di elementi: uno specchio d’acqua articolato in laghetti funzionali alla pesca; un bosco di alta biodiversità vegetale e animale; dune fossili che racchiudono importanti testimonianze romane; un antico casone di valle dimora storica dei vallesani. L’asse ereditario, infatti, ha garantito una cultura e una sensibilità dei proprietari che, nel tempo, si sono succeduti (dai Molin, Nani Mocenigo, Pisani, de Lazara, Sordi, Ferri) tali da valorizzare il geosistema in modo integrato anche quando la valle è stata suddivisa nel corso del secolo scorso in due proprietà: Valgrande e Vallesina. Oggi, la Valle viene aperta ai visitatori per favorire la sua conoscenza e offrire la possibilità di ripercorrere la storia secolare di Bibione.

Escursioni all'aria aperta.osservando la natura . Questo è il modo per scoprire la  Valgrande.
Questo luogo si presenta in tutto il suo splendore naturale come se il tempo fosse fermato a molti anni fa .
La Valgrande si percorre con mezzi slow: a piedi (con la camminata libera o con l’attrezzatura da nordic walking), in bicicletta, a cavallo, e con il kayak.
Una esperienza che vale la pena fare  in Valgrande Bibione.
Il  profumo di  che si sprigiona tra i sentieri di sottobosco di resina di pino ; osservare  nelle stagioni giusta l'aspargo selvatico ,la menta selvatica , e le famiglie di funchi
Un safari fotografico è  occasione unica per vedere e fotografare  le varie speci di fauna e flora che Valgrande offre
Fotografare la primula farinosa, protetta dall’UE (guai rimuoverla!)
Vedere un formicaio fossile centenario, tuttora “abitato”

Percorrere i canali interni in kayak
escursioni

Kayak in laguna interna
Splendida uscita di circa due ore attraverso i canali interni sino ad arrivare alla grande laguna interna. Non serve particolare abilità

Mountain Bike
Percorso attraverso i meravigliosi boschi della Valle,.

Kayak in laguna di Bibione
Si punta verso Porto Baseleghe sino all’uscita verso il mare e ritorno attraverso canali, Più faticosa rispetto all’uscita in laguna interna ma
comunque adatta a tutti

Nordic walking
Passeggiata adatta anche a chi non vuole usare le racchette. Si visiterà il Motteron dei Frati, l’antico formicaio, saluteremo i pony e le caprette, si vedranno le arnie. Ci affacceremo ai laghetti della Valle.

Barca a motore in laguna interna
Condotti da una guida, su piccole barche, si visiteranno i luoghi più impensati della laguna. È possibile guidare le barche perché i motori sono idonei per guida senza patente. Al rientro breve ristoro presso l’antico Casone.

Passeggiata a cavallo
Uscita adatta a tutti, anche per chi non ha mai montato a cavallo.


Pesca in Valle
Profondi laghetti nascondono branzini e orate di importanti dimensioni.

Mezzi elettrici
È prevista una visita anche per chi ha difficoltà motorie, bambini e terza età che hanno difficoltà a percorrere lunghi tratti nel bosco. Con le nostre golf car,
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu